Francione recensisce Scaparro

Francione recensisce Scaparro

A più di ottant’anni, Scaparro, magnifico autore di un “Don Chisciotte” cinematografico e dell’Ultimo Pulcinella, affronta la commedia che ha consegnato Beckett a fama imperitura.

Fabio Francione recensisce per Il Cittadino la nuova produzione del Teatro Carcano di Milano.

Altri articoli che potrebbero interessarti:

  • Un Godot come Beckett comandaUn Godot come Beckett comanda «Chissà perché parla come Stanlio?», si è chiesto ieri, a un certo punto, uno degli spettatori in sala, (alla prima di Aspettando Godot per la regia di Lorenzo Loris, in scena al Teatro […]
  • Rapide e lente amnesieRapide e lente amnesie Beckett assurdo? Beckett criptico e incomprensibile? Forse solo perché molte sue opere per il teatro, la radio, la televisione e il cinema sono sconosciute ai più. Da questa considerazione […]
  • Beckett e BergmanBeckett e Bergman Riferendosi al grande regista svedese Ingmar Bergman (scomparso ieri), Fabio Francione scrive (il grassetto è mio): è stato uno di quegli uomini che hanno saputo maneggiare il […]